Presentazione del Box Cassavetes:

Shadows (Ombre) – Faces (Volti) – A woman Under the Influence (Una moglie) – The Killing of a Chinese Bookie (L’assassinio di un allibratore cinese) – Opening Night ( La sera della prima)

Martedì 7 febbraio 2012, presso la Casa del Cinema di Roma, L.go Marcello Mastroianni, si terrà la presentazione della pubblicazione speciale RaroVideo che raccoglie cinque delle maggiori opere del maestro statunitense.
Alle ore 16, 30 in Sala Deluxe si terrà la presentazione e proiezione di Una moglie. A seguire l’incontro sul film e la presentazione del cofanetto con l’editore Gianluca Curti e il curatore Bruno Di Marino. Modera Marco Spagnoli.
La serata continuerà con la proiezione, alle ore 20 in Sala Deluxe, di L’assassinio di un allibratore cinese.
LA COLLECTION RAROVIDEO
Cinque capolavori di John Cassavetes (1929 – 1989) riuniti insieme per la prima volta in un’unica collection, arricchita da un booklet con un lungo saggio introduttivo e le schede del film. Da Shadows (1959-60), lungometraggio d’esordio che rappresentò un vero e proprio caso nel contesto dell’underground americano, fino a Opening Night, straordinaria metafora del contocircuito tra vita reale e rappresentazione teatrale, il cinema del grande regista/attore possiede una sua compostezza e una sua radicalità, una sua dolcezza e una sua brutalità, un suo classicismo ripensato in forma di modernità, ma è soprattutto cinema di grande autenticità e di grandi interpreti.
CONTENUTI EXTRA DEL DVD: Conversazioni tra Bruno Di Marino e Salviano Miceli (critico cinematografico).
ALLEGATO: un approfondito booklet critico.

SHADOWS (OMBRE)
Tre fratelli afroamericani, Hugh, cantante jazz in declino, Lelia, frequentatrice abituale di salotti intellettuali, e Ben, sventato e turbolento sfaccendato, vivono assieme in un appartamento a New York. Le loro vite si intrecciano, tra conflitti immancabili e un forte senso di coesione e complicità fraterna che alla fine prevale sempre. Hugh dovrà accontentarsi di cantare in locali di infimo livello per avventori scostumati e distratti, Ben, dopo essere stato pestato insieme ai suoi due amici, cercherà di cambiare stile di vita, e Lelia, dopo aver perso la verginità con un ragazzo bianco non privo di pregiudizi razziali, accetterà la corte di un coetaneo di colore intenzionato a non sottostare ai suoi irritanti capricci femminili

FACES (VOLTI)
Il matrimonio di Maria e Richard Forst è in piena crisi. Mentre lui inizia a frequentare Jennie, una prostituta incontrata in un bar, lei si ritrova con le amiche in un night-club, dove conosce Chet, un gigolò con cui trascorre la notte. Il mattino dopo però Chet trova Maria riversa sul pavimento della camera da letto imbottita di sonniferi, mentre Richard sta tornando a casa..
PREMIO OSCAR 1968
Nomination Miglior attore non protagonista a Seymour Cassel
Nomination al Golden Globe 1968 Miglior attrice non protagonista a Lynn Carlin
Nomination al Golden Globe 1968 Miglior sceneggiatura originale John Cassavetes

MOSTRA INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI VENEZIA 1968
Coppa Volpi alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 1968 a John Marley come Miglior interpretazione maschile

A WOMAN UNDER THE INFLUENCE (UNA MOGLIE)
L’italo-americano Nick Longhetti ama sua moglie Mabel. Anche lei lo ama, però una sera – sotto l’effetto dell’alcol – si porta a casa un uomo… Il giorno dopo, in presenza di un bel po’ di colleghi di lavoro di Nick che fa il capocantiere, Mabel comincia a dare segni di un esaurimento nervoso che la porterà ben presto in una clinica psichiatrica. Sei mesi dopo Mabel ritorna a casa e riabbraccia il marito e i figli, ma ci vorrà molto amore da parte tutti perché possa ricominciare a vivere all’interno del nucleo familiare. PREMIO OSCAR 1974:
Nomination Miglior regia a John Cassavetes
Nomination Miglior attrice a Gena Rowlands

GOLDEN GLOBES 1974
Miglior attrice a Gena Rowlands
Nomination Miglior film
Nomination Miglior regia a John Cassavetes
Nomination Miglior sceneggiaturaJohn Cassavetes

THE KILLING OF A CHINESE BOOKING (ASSASSINIO DI UN ALLIBRATORE CINESE)
Cosmo Vitelli, proprietario di un locale di spogliarelli, il Crazy Horse West di L. A. , in forte debito con una banda mafiosa, è costretto a commettere un omicidio nel torbido quartiere di Chinatown. È con Gloria (1980) , uno dei due gangster movie di J. Cassavetes, regista che contraddice le regole del cinema gangster a 3 livelli: l'improvvisazione del linguaggio, la peculiare direzione degli attori (un ottimo B. Gazzara) , i temi complementari che gli sono cari: la chiusura e la tirannia della famiglia, intesa anche in senso criminale. È il più involuto e originale dei due, insolito per il taglio della short-story, lo stile sincopato, il frastuono del traffico che lo assilla da cima a fondo in una giostra di morte: un intuizione straordinaria, la definizione acustica dell'inferno. Dopo la prima uscita, Cassavetes, anche produttore, lo riprese in mano, aggiungendo sequenze.

OPENING NIGHT (LA SERA DELLA PRIMA)
Celebre attrice ormai prossima all'età critica, Myrthle Gordon sta provando in provincia, in attesa di portarla a New York, una commedia la cui protagonista è per l'appunto una cinquantenne, su cui pesano gli anni e il rimpianto della giovinezza perduta. Myrthle, però, si sente più giovane del suo personaggio, teme di non poterne condividere le angosce e, quindi, di non poter avere, interpretandolo senza "sentirlo", quel successo cui tiene moltissimo. Ad accrescere il suo tormento sopravviene la morte, in uno stupido incidente stradale, di una sua giovanissima fan, Nancy. La crisi di Myrthle, che nella tragica fine della ragazza identifica quella dei propri anni migliori, si aggrava: l'attrice cerca rifugio nell'alcool e nel fumo, piange, trascura le prove, ha allucinazioni durante le quali le appare Nancy, a renderle anch'essa la vita impossibile. Nessun aiuto le viene dai compagni di lavoro, che pensano ai capricci di una diva, né le giova una seduta spiritica cui si sottopone per compiacere l'autrice della commedia. Finalmente, in casa di un'esorcista, Myrthle riesce a liberarsi del fantasma di Nancy, "uccidendolo". E' la guarigione: benché terribilmente sbronza, Myrthle trova la forza di presentarsi al pubblico la sera della "prima". Il testo che recita non è tuttavia quello del copione, è improvvisato seguendo ciò che il cuore detta. Gli spettatori non se ne accorgono, credono che reciti meravigliosamente, scrosciano gli applausi.
FESTIVAL DI BERLINO 1978
Orso d’oro a Gena Rowland come miglior attrice

GOLDEN GLOBES 1978
Nomination a Gena Rowland come Miglior Attrice Protagonista
Nomination a Joan Blondell come Miglior Attrice Non Protagonista

Le altre news RARO Video

  • Start Up per BROOD di D.Cronenberg in Blu-Ray!
    leggi la news >>
  • Il Cattivo Tenente di Abel Ferrara in collaborazione con CG Entertainment
    leggi la news >>
  • Start Up per SCANNERS di D.Cronenberg per la prima volta in Blu-Ray!
    leggi la news >>
  • MovieItaly: la presentazione venerdì 30 novembre alle ore 16:00 presso la sala Kodak della Casa del Cinema di Roma
    leggi la news >>
  • Bernardo Bertolucci. Addio all'ultimo grande Maestro del Novecento
    leggi la news >>
  • Eraserhead in Blu-Ray! L'edizione ricca di extra targata Rarovideo
    leggi la news >>
  • MovieItaly: in USA il primo canale dedicato ai capolavori italiani grazie a Minerva Pictures e Amazon Prime Video
    leggi la news >>
  • Il Conformista nella sezione "Storie di Cinema" del Transatlantyk Festival di Lodz
    leggi la news >>
  • l'ardito film-non film di Carmelo Bene celebrato al Pesaro Film Festival
    leggi la news >>
  • David Cronenberg il Leone d'Oro alla Carriera nel corso della 75ª Mostra del Cinema
    leggi la news >>

  • Accedi all'intero archivio News